People Management

Welfare homemade

Durante un soggiorno di qualche giorno al mare ho potuto constatare quanti bambini fossero in vacanza con i propri nonni e, si sa, il clima di vacanza rende molto più facile entrare in confidenza.

Così, tra una chiacchierata e l’altra sono emerse le varie motivazioni ed esigenze.

I nonni sono il vero pilastro per tante famiglie: grazie al tempo libero possono aiutare i figli nella gestione della famiglia, accompagnare o andare a prendere i nipoti a scuola e seguirli nelle varie attività sportive quando i genitori non possono fare affidamento ad orari elastici e quindi non possono assentarsi dal lavoro.

Se, al contrario, non si hanno i nonni disponibili si ripresenta un nodo mai sciolto.

In primo luogo, l’annosa scelta: rinuncio al lavoro per seguire la famiglia oppure investo economicamente in una figura di baby-sitter ma tengo saldo il posto di lavoro?

Non sempre, tra l’altro, le famiglie possono scegliere tra le due sopra: il costo di una baby-sitter incide infatti notevolmente sul bilancio familiare e spesso, purtroppo, un genitore è costretto ad una scelta obbligata, tra l’altro sapendo benissimo che nella quasi totalità dei casi è la donna a rinunciare al lavoro.

Da questi pochi passaggi quanti intrecci sono emersi! Ebbene sì, è proprio tutto collegato.

In un mondo ideale non si dovrebbe mai dover scegliere se lavorare o curare la famiglia, questo discorso vale sia per i figli ma immaginiamo anche i genitori anziani. E soprattutto non si dovrebbe mai cercare di far affidamento solo ed esclusivamente ai nonni: per quanto siano preziosissimi nella crescita dei nipoti non è nemmeno corretto assorbire tutto il tempo libero che si sono guadagnati dopo una vita di lavoro.

Ma c’è di più: molto spesso i nonni sono anche una fonte di sostentamento economico proprio in virtù della precarietà e dell’ingresso tardivo nel mondo del lavoro.

Quindi mi ricollego a quanto detto poco fa: non dobbiamo sperare in un modo ideale, dobbiamo costruire un mondo funzionante, in cui si possa lavorare ma allo stesso tempo essere genitori ed avere tempo per la famiglia, godendo del prezioso tempo dei nonni e della loro compagnia come valore aggiunto, non come mezzo indispensabile per bilanciare tutto.

Francesca Zucconi
Francesca Zucconi

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali presso l’Università degli Studi di Pavia, inizia la sua attività lavorativa nell’ufficio risorse umane di un’importante azienda. Affascinata dal ruolo percorre l’iter che la porta all’abilitazione all’esercizio della professione di Consulente del Lavoro e relativa iscrizione all’albo dei Consulenti del Lavoro di Pavia nel 2015. Dal 2018 è Presidente dell’Associazione Giovani Consulenti del Lavoro di Pavia.