Lavoratore

Tutto in famiglia!

Sabrina Grazini Sabrina Grazini

Nei giorni difficili che stiamo vivendo, andiamo a riepilogare le opportunità oggi in vigore a supporto delle famiglie con figli minorenni.

Mai come in questo periodo di preoccupazioni per la situazione italiana e sul diffondersi del Covid-19 abbiamo sentito la necessità di stare uniti – da lontano - e di rimanere in famiglia nelle nostre abitazioni.

Ma quali sono i bonus a suo sostegno?

E’ arrivato giusto il momento di fare un breve recap sui contributi e sulle opportunità attualmente in vigore a supporto economico dei nuclei familiari con figli minorenni.

Consiglio per la lettura: comodamente dal divano di casa o mentre vi inventate qualche nuovo gioco alternativo casalingo per passare il tempo con i vostri bambini.

Cosa sono i bonus per le famiglie?

Per bonus alle famiglie si intendono tutti quei sostegni extra rispetto agli ordinari previsti dal nostro ordinamento come le detrazioni per figli a carico oppure l’assegno familiare direttamente percepiti nel cedolino paga.

E’ importante, a mio parare, comunque sottolineare che dallo scorso anno la gestione Anf è di competenza Inps pertanto la domanda va effettuata online sul sito dell’Ente o tramite Patronato con apposita documentazione; rimane invece invariato l’onere del lavoratore di consegnare il modulo compilato al datore di lavoro in caso di qualsiasi cambiamento nel nucleo precedentemente dichiarato che possa influire sulle detrazioni percepite.

Andiamo con ordine (lo definirei naturale):

Bonus mamma domani (premio nascita 2020) ovvero un incentivo per le mamme in dolce attesa. Si può far richiesta dal 7° mese di gravidanza oppure al momento dell’adozione di un minore ed ottenere un importo una tantum di 800 euro.

Bonus bebè (assegno di natalità 2020): si percepisce per un anno dalla nascita o dall’ingresso nel nucleo del minore con importi variabili in base all’ISEE familiare con una misura minima di 80 euro mensili per il primo figlio e di 96 per il secondo.

La domanda deve essere inviata entro 90 giorni.

Bonus Asilo nido: è il contributo a supporto del pagamento di rette relative alla frequenza di asili nido pubblici e privati, nonché per l'introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione in favore dei bambini al di sotto dei tre anni, affetti da gravi patologie croniche.

L’importo massimo è di 3.000 euro su base annua per i nuclei familiari con Isee fino a 25.000 euro.

Per i nuclei familiari con un ISEE compreso tra 25.001 e 40.000 euro, l’agevolazione potrà spettare in misura pari a un massimo di 2.500 euro.

L’importo minimo di 1.500 euro per gli ISEE oltre 40.000 euro, ovvero in assenza dell’ISEE. Che dire, questi fino ad oggi sono i bonus disponibili. Non ci rimane che prendere nota e… stare a casa in famiglia!  

Sabrina Grazini
Sabrina Grazini

Laureata in Consulenza del Lavoro e Giurista d'Impresa con un Master in Hr Specialist da marzo 2019 è Consulente del Lavoro iscritta all’Ordine di Brescia. Si occupa principalmente di amministrazione del personale per piccole e medie imprese. È docente di Contrattualistica per vari enti di formazione e collabora con il Sole 24 Ore Business School.