Tra i vari partner che, in tutta Italia, operano al fianco di WellWork per la diffusione di buone pratiche di welfare aziendale, un punto di riferimento nella zona di Padova è rappresentato dallo Studio Welfare di Antonio Selmin.

Costituito nell’ottica di un progetto della Regione Veneto finalizzato a diffondere competenze specifiche per il welfare aziendale, lo Studio affonda le sue radici nell’esperienza del ragionier Antonio Selmin, consulente del lavoro iscritto all’Albo Provinciale di Padova, e della dottoressa Adriana Tono, laureata in scienze psicologiche del lavoro e delle organizzazioni che svolge attività di welfare manager aziendale.

L’attività dello studio è animata da una forte passione per la consulenza alle imprese, in particolare per le soluzioni finalizzate a migliorare il clima aziendale interno, a incrementare l’efficienza dell’organizzazione e a ridurre i costi dell’impresa.
La collaborazione con WellWork nasce proprio da qui: obiettivi comuni che si possono raggiungere soltanto in sinergia, con piani di welfare aziendale implementati e gestiti con professionalità e attenzione.

Per comprendere la filosofia e il modus operandi dello Studio Selmin, abbiamo pensato di rivolgere alcune domande ai diretti interessati.
Ecco la nostra intervista:

 

WellWork – Perché avete deciso di avvicinarvi al welfare aziendale? Quali sono, secondo voi, i benefici che questa soluzione può portare alle aziende?

Studio Welfare Selmin – Dopo una vita a contatto con le aziende per risolvere problemi collegati alla gestione del personale, con la Legge di Stabilità del 2016 si è ampliata e modificata la possibilità di creare e veicolare nuovi e vantaggiosi servizi a favore sia delle imprese sia dei lavoratori.
Con il Welfare Manager Aziendale – impersonato dalla dottoressa Tono – e con il supporto della tecnologia WellWork proponiamo alle aziende un percorso di crescita aziendale su misura per gli obiettivi dei datori di lavoro e le esigenze dei lavoratori.

 

WW – Quali sono le esigenze che riscontrate maggiormente quando un’azienda vi chiede l’attivazione del welfare aziendale? Quali ritenete specifiche per il territorio padovano?

SWS – In base ai contatti fin qui avuti, abbiamo constatato l’esigenza di un welfare aziendale “premiante”: le aziende si rivolgono a noi con la volontà di premiare i propri dipendenti con soluzioni che siano erogate con modalità coinvolgenti e chiare, in modo da assicurare una maggiore soddisfazione al lavoratore rispetto al premio in moneta. Le aziende padovane sono molto eterogenee per dimensione, settore produttivo e conoscenza degli strumenti di welfare. Dialoghiamo spesso con piccole e medie aziende con obiettivi aziendali e fabbisogni diversi: generalmente, i datori di lavoro puntano alla produttività e alla riduzione dei costi, mentre i lavoratori sono attenti al sostegno alla famiglia e al benessere personale. La nostra sfida e il nostro lavoro mirano alla soddisfazione di entrambi.

 

WW – Quali sono le difficoltà e i dubbi che riscontrate quando proponete o attivate soluzioni di welfare aziendale per le vostre imprese?

SWS – La difficoltà principale è nella comunicazione con il dipendente, che spesso fatica a comprendere il passaggio da un premio di risultato, che viene espresso in forma monetaria e quindi tassato, a una trasformazione in beni e servizi offerti con il welfare aziendale, che fanno aumentare il suo potere d’acquisto non essendo oggetti di tassazione. A primo impatto, la perplessità per il lavoratore è dunque nel non avere direttamente moneta contante.
In generale, comunque, si riscontra una mancanza di cultura su questo tema: molte persone non conoscono il circolo virtuoso del welfare aziendale. Quando riusciamo a parlare con i responsabili aziendali, a illustrare loro i nostri servizi e la piattaforma WellWork che metteremmo a loro disposizione, i vantaggi appaiono subito chiari e ci vengono richiesti approfondimenti in merito.

 

Dalle parole dello Studio Welfare emergono chiaramente l’impegno e la competenza con cui il ragioniere Selmin e la dottoressa Tono svolgono la loro attività di consulenti di welfare aziendale.
Per WellWork si tratta di una partnership importante, che consente di legarci a un territorio in continuo fermento come quello padovano, attraverso l’azione appassionata di professionisti qualificati.
I progetti non mancano, l’entusiasmo nemmeno: a Padova, per un welfare aziendale di qualità, rivolgetevi a WellWork e allo Studio Welfare di Antonio Selmin.

 

Studio Welfare di Antonio Selmin
049 78 00 997
Via Croce Rossa, 112 - 35129 Padova

Sede operativa:

Centro direzionale Colleoni
Palazzo Cassiopea 3
Via Paracelso, 26
20864 Agrate Brianza (MB)

Sede legale:

Viale Cristoforo Colombo, 3
12030 Cavallermaggiore (CN)

2018 © Copyright Well-Work SRL – All rights reserved
Società soggetta ad attività di direzione e coordinamento di Milanesio Holding Società Semplice