Lo sport come welfare aziendale

Lo ammetto, io non sono mai stata una grande sportiva. 

Mi sono concentrata negli anni al massimo solo su qualche passeggiata in montagna la domenica al solo scopo di arrivare al rifugio a pranzo...Negli ultimi tempi però ho riscoperto il valore di tornare a dedicare del tempo al benessere del proprio corpo per migliorare il proprio status mentale. 

Abbassa le possibilità di sviluppare patologie cardiovascolari, previene l'Alzheimer mantenendo la mente giovane ed attiva, migliora l’umore e permette di dormire meglio, rende forti i muscoli e le ossa.

Questi solo alcuni dei benefici dello sport: un vero anti-stress naturale!

Per questo motivo dopo 10 anni ho deciso di tornare a danzare: perché privarsi di così tanti benefit dedicando solo qualche ora al mese del mio tempo?

Ecco lo sport: la vera e propria palestra di benessere. Troppe volte in azienda e nel nostro lavoro accumuliamo energie negative o assumiamo posizioni errate nelle svolgere le mansioni quotidiane, allora come rimediare?

Con del sano sport! Senza agonismo, può essere anche solo un momento di stacco e di divertimento.

Inoltre educa alla costanza e all'impegno, due ottime skills spendibili in contesto lavorativo. Per questo motivo penso sia fondamentale inserire nei piani di welfare aziendale strumenti che possono avvicinare i lavoratori allo sport per risvegliare anche nei più pigri (come me) la voglia di riconquistare lo star bene fisico, per migliorarsi e migliorare, di conseguenza, anche le proprie performance in azienda.

Non ci resta che scegliere da dove iniziare e... partire. 

Nadia Alasia
Nadia Alasia