WELFARE e CCNL

Welfare contrattuale

scopri

CONTRATTI NAZIONALI DEL LAVORO

La disciplina del Welfare all'interno dei CCNL

Negli ultimi anni alcuni contratti collettivi nazionali del lavoro (CCNL) hanno previsto l’introduzione di misure di Welfare obbligatorie per tutte le aziende del comparto.

Nello specifico, i CCNL in questione hanno fissato un importo Welfare che il datore di lavoro deve obbligatoriamente riconoscere al dipendente nel corso dell’anno attraverso l’acquisto dei beni e servizi previsti dal TUIR.

Metalmeccanico industria

obbligo ad erogare beni e servizi di Welfare aziendale per un importo che nel 2019 è stato fissato in €200,00

Unionmeccanica/CONFAPI

obbligo ad erogare un premio sotto forma di beni e servizi per un valore pari a €150,00 per le annualità 2019 e 2020

Telecomunicazioni

dal luglio 2018, obbligo ad erogare beni e servizi di Welfare aziendale per un importo pari a €120,00

Case di cura (personale non medico), centri analisi, poliambulatori, servizi assistenziali, servizi socio sanitari

a partire dal 2018, obbligo ad erogare beni e servizi di Welfare aziendale per un importo pari a €200,00

Comunicazione e servizi innovativi per le imprese

obbligo ad erogare beni e servizi di Welfare aziendale per un importo che nel 2019 è stato fissato in €258,00

Orafi e argentieri

obbligo ad erogare un premio sotto forma di beni e servizi per un valore pari a €150,00 nel 2019 e pari a €200,00 nel 2020

Dirigenti e assicurazioni

obbligo ad erogare un premio sotto forma di beni e servizi di Welfare aziendale per un valore pari a €800,00 per le annualità 2019 e 2020

Centro elaborazione dati (CED)

obbligo ad erogare un premio sotto forma di beni e servizi per un valore pari a €100,00 nel 2019, pari a €120,00 nel 2020 e pari a €140,00 nel 2021