Si è molto parlato, e molto ne abbiamo parlato anche noi, del Welfare Aziendale; ne abbiamo analizzato tutte le sfaccettature ed abbiamo visto in dettaglio ogni aspetto normativo e di prassi.

Ma forse, come molto spesso accade, abbiamo evidenziato i vantaggi economici e produttivi legati al welfare, tralasciando però il vero obiettivo dello stesso.

Il Welfare Aziendale vuole essere una modalità per donare benessere al lavoratore; quindi, il sole attorno al quale ruotano gli altri pianeti, deve essere il lavoratore (“terrapiattisti” permettendo).

E’, infatti, il lavoratore dipendente il principale destinatario delle misure e, per questo, occorre capire che la valutazione delle iniziative non deve provenire dall'azienda, ma unico metro deve essere la soddisfazione del lavoratore.

La chiave fondamentale è quindi la comprensione dei bisogni dei dipendenti: riuscire a conoscere e riconoscere le necessità dei soggetti ai quali è destinato il welfare è il punto di partenza.

Per la creazione di un piano welfare si segue frequentemente la classica impostazione, che suggerisce la predisposizione di questionari, la rilevazione dei dati e la creazione di focus Group. Tutte pratiche corrette e che portano molto spesso i risultati sperati.

Oggi, però, esamineremo un'altra modalità attraverso cui si affronta tale processo, le così dette attività di team building.

In primo luogo, possiamo definire il team building come una metodologia che serve a lavorare sui gruppi, al fine di potenziare la capacità dei partecipanti di cooperare in team e di raggiungere, di conseguenza, migliori risultati.

Le attività di team building possono essere le più disparate, ed avvengono spesso in contesti informali, nei quali si annullano le distanze date dagli obblighi lavorativi, per creare un contatto tra le persone. Vi possono essere esperienze in cucina, attività sportive o di relax e molto altro.

Per quanto riguarda le attività appena citate, esse possono avere una duplice finalità: sicuramente aiutano nella costruzione di un gruppo, il che non potrà che portare risultati vantaggiosi per l’azienda; non solo, potrebbero inoltre, essere utili tanto per favorire la condivisione delle necessità dei partecipanti, quanto per riuscire a capire, in un contesto informale, le esigenze della popolazione aziendale. Immaginate come potranno essere maggiormente a loro agio i lavoratori se spiegano le loro necessità mentre svolgono un’attività sportiva fianco a fianco con i loro responsabili ed i loro colleghi.

Farlo in un contesto simile potrà avere l’effetto di far comprendere, senza molti filtri, la reale volontà dell’azienda di inserire il dipendente al centro del progetto, e, allo stesso modo, i dipendenti potranno verificare anche le necessità degli altri colleghi e comprendere come possa essere condivisa da tutti l’iniziativa.

Fare gruppo per puntare a massimizzare i risultati del Welfare Aziendale, ricordando che il Welfare Aziendale ha come primo scopo quello di far stare meglio i lavoratori.

Luca Furfaro

Consulente del lavoro con proprio studio, assiste le aziende nella gestione delle risorse umane.
Iscritto all’Ordine dei consulenti del lavoro di Torino, laureato in scienze politiche all’Università degli studi di Torino, partecipa a convegni in materia giuslavoristica e scrive per alcune testate specializzate in materia lavoro.
È stato docente per il Master in consulenza del lavoro organizzato dall’Università degli studi di Torino.
Autore del libro “L’esperto in tasca – Fisco lavoro e Previdenza, Le novità del 2017” edito da Itedi, ha contribuito al libro “Non Bastavano i buoni pasto” ed è stato Autore del Libro “Decreto dignità – Le questioni controverse” edito da Giuffrè editore nel 2018.

Well-Work s.r.l.

Sede legale: Via Siccardi, 34, 12030 Cavallermaggiore (CN) – Sede Operativa e Commerciale: Viale Cristoforo Colombo, 3, 12030 Cavallermaggiore (CN) – Altre sedi Commerciali:  Via di San Basilio 41, 00187 Roma (RM) – Via Libero Temolo 4, 20126 Milano – Tel: 0172.38.93.25Fax: 0172389127PEC: well-work@pec.it – Capitale Sociale: 250.000,00 i.v. – R.E.A CN – 231645 – P.IVA E C.F.: 02729720041 – Società soggetta ad attività di direzione e coordinamento di Milanesio Holding società semplice.

2018 © Copyright Well-Work SRL – All rights reserved.

Privacy Policy
Informativa ai sensi dell’Art. 13 del Regolamento UE n. 679/2016

Scopri il mondo Well Work e il nostro portale Welfare!
Compila il form qui sotto, i nostri Welfare Specialist ti contatteranno al più presto.



X
Contattaci